Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Gatto Birmano che si lecca i baffi dopo aver mangiato il suo cibo

Cosa non possono mangiare i gatti? Ecco i cibi da evitare

L'alimentazione dell'uomo non è adatta agli amici felini, che hanno bisogno di un elevato apporto proteico e specifici nutrienti. Oltretutto nella dieta umana ci sono alimenti assolutamente nocivi per il gatto. Ecco quali sono.

Il benessere dell’amato amico felino passa anche da ciò che mangia: un’alimentazione completa e bilanciata aiuta a garantire al tuo gatto una vita lunga, serena e appagante. Per questo motivo è preferibile scegliere per lui alimenti che siano adeguati alle sue esigenze specifiche e alla fase di vita in cui si trova. Il veterinario saprà sicuramente esserti d’aiuto in questo, dandoti anche le dovute spiegazioni sul perché sia sconsigliato dare al tuo gatto cibi o avanzi dalla tavola. Un’ alimentazione casalinga, se non correttamente bilanciata da esperti nutrizionisti, può portare a carenze o sovrappeso. Inoltre, esistono cibi tossici per i felini: vediamo insieme quali sono.

Cioccolato, caffè e the

In cima alla lista degli alimenti da non lasciare mai a portata di zampa degli amati amici felini domestici c'è il cioccolato, seguito a ruota dal caffè e dal the. Questi alimenti, tanto amati e apprezzati dall'uomo, sono infatti tossici per i gatti, ma possono essere per loro appetibili. In caso il micio assuma uno di questi alimenti è necessario quindi contattare il veterinario, che saprà sicuramente come intervenire in questa situazione. Poiché in genere i gatti riescono sempre a raggiungere ciò che gli piace o che li incuriosisce, è bene fare sempre attenzione a dove si ripone questo genere di alimenti, assicurandosi di non lasciarli alla loro portata.

Aglio, cipolle e affini

Tanto sono preziosi per insaporire i nostri pasti, altrettanto sono pericolosi per la salute dei nostri amici gatti: aglio e cipolle non devono essere inseriti nella loro alimentazione poiché possono portare a una serie di sintomi gastroenterici o problematiche anche più serie. Una controindicazione, questa, che vale anche per scalogni, porri, erba cipollina e altre piante della stessa famiglia. Anche in questo caso è opportuno fare in modo che il felino non riesca a raggiungere i gambi croccanti dei porri per divertirsi a sgranocchiarli.

Pomodori e patate

Se hai un bel giardino con l’orto e il tuo gatto è abituato a starsene all’aperto, è opportuno fare attenzione che non vada a rosicchiare le piante di pomodoro. La solanina, contenuta nei gambi, nelle foglie e nei pomodori verdi, può infatti dare importanti disturbi a livello gastrointestinale e del sistema nervoso centrale. Stesso discorso vale per la pianta della patata, che contiene ossalati, potenzialmente pericolosi per il gatto.

Di tutto un po'

Tra gli altri alimenti da non tenere mai a portata di micio, vi sono inoltre tutti i dolciumi e gli alimenti contenenti xilitolo, le olive con il nocciolo, il sale e qualsiasi snack salato, le noci macadamia, l'uvetta sultanina, qualsiasi tipo di fungo, le ossa di pollo o le lische di pesce (che possono causare serie lesioni all'apparato digerente) e - inutile dirlo - le bevande alcoliche.

Indietro
Purina TI RISPONDE