Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Perché il mio gatto si comporta così? Capire i comportamenti dei felini

MA PERCHÉ IL MIO GATTO SI COMPORTA COSÌ?

Serena Patierno

Il gatto sa come essere sempre protagonista, sia quando è silenzioso e non si fa vedere, e tutti si chiedono dove si sia nascosto, sia quando fa bella mostra della sua eleganza, sia infine quando si lascia andare a comportamenti tanto buffi quanto tipici. Ce ne sono alcuni che lo caratterizzano e che indicano chiaramente alcuni stati umorali. Quali sono?

La coda, per esempio, è molto espressiva. Può essere drittissima, gonfia, agitata. Ma se invece assume la forma di punto di domanda, che cosa sta a significare? Semplicemente, il gatto è ben disposto, voglioso di giocare e divertito. Via libera quindi a interazioni scherzose e intrattenimento fatto di gomitoli, palline, rincorse e nascondino.

Il gatto mentre svolge la sua lunga toeletta si mette a leccarti i capelli? Nulla di strano: i felini sono abituati ai peli e i capelli non fanno alcuna differenza. Per lui è un gesto di affetto e di condivisione che tenderà a dimostrare al padrone: così come ama tenere pulito e lucente il suo mantello, desidera lo stesso per te.

Un altro comportamento tanto buffo quanto comune è quello di infilarsi in scatole e buste. Non appena sul suo cammino ne incontra una, inizierà a guardarla, controllarla, annusarla per poi, una volta terminata l’esplorazione, tuffarcisi dentro con aria soddisfatta. A volte finirà per farci un pisolino, altre volte ci starà semplicemente dentro, seduto o accovacciato. Perché? Semplice: il gatto ama gli spazi raccolti, ci si sente al sicuro, al calduccio e li sceglie come luogo ideale per trascorrere il tempo libero, quando non deve lavarsi, mangiare o cacciare. Vale a dire quasi sempre.

Infine, perché il gatto impasta? Ti è certamente capitato di vederlo intento e concentrato in questo rito. Con il muso abbassato verso una coperta o un maglione, muove le zampette su e giù come se stesse massaggiando la pasta. In realtà è immerso in un comportamento che lo riporta alla prima infanzia, quando era allattato e istintivamente lo metteva in atto, dimostrando piacere e stimolando le mammelle della madre.

Indietro
Purina TI RISPONDE