Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Estate e voglia di vacanze al mare: perché non portare anche il gatto?

ESTATE E VOGLIA DI MARE: PERCHÉ NON PORTARE ANCHE IL GATTO?

Alessandra Carboni

Avrai tutti i vantaggi (che solo i veri gattofili possono comprendere) del non lasciare i pelosi in pensione. 

Ti sarà capitato mille volte: quando sei in ferie hai la sensazione di vedere passare il tuo adorato gatto o di scorgerlo seduto da qualche parte, alle volte ti sembra anche di sentirlo miagolare, salvo poi realizzare che tu sei nella casa al mare e lui è rimasto in città, a 250 chilometri di distanza, in pensione, oppure accudito da amici o parenti.

Succede perché sei talmente abituato a vederlo muoversi accanto a te, silenzioso e sornione, che non averlo lì con te durante le vacanze pare strano, e toglie perfino un po’ di piacere alle tanto sospirate ferie.
Ecco quindi un primo ottimo motivo per scegliere di portare con sé gli amici gatti in vacanza, perfino se la destinazione è una località di mare: sarà effettivamente il tuo peloso a gironzolarti attorno mentre ti godi le ferie, e non un’illusione creata dalla nostalgia che hai di lui. Se non ti pare un motivo sufficiente, eccotene altri che di sicuro ti faranno sorridere e ti convinceranno del fatto che andare in vacanza al mare con i gatti è bello! 

La sveglia naturale che ti tiene in forma

Pensi che le ferie siano il momento giusto per dormire un po’ di più, per impigrirsi di diritto e senza sentirsi in colpa? Sbagliato. Il mattino ha l’oro in bocca, lo sanno tutti, e lo sa anche il tuo gatto, che con certosina precisione si premura quotidianamente di notificarti che è giunto il momento di aprire gli occhi e iniziare la giornata. Grazie a lui infatti potrai continuare a svegliarti presto e goderti l’aria frizzantina del mattino mentre ti gusti un buon caffè ammirando il mare: come sottofondo quel familiare suono di croccantini che scrocchiano sotto i denti del micio che fa colazione, soddisfatto. Senza contare che la sveglia sarebbe, come sempre, speciale: a suon di zampette o di musetto strusciato in faccia. Irrinunciabile, anche durante le ferie. 

Scaldasonno d’emergenza e fusa conciliatrici

Se poi, come a volte accade, il meteo estivo fa le bizze facendoti rimpiangere di non aver messo in valigia quella piccola ma rassicurante copertina che fa tanto piacere la sera quando il caldo lascia il posto all’inattesa frescura, ecco che di nuovo l’amico peloso torna a essere un prezioso e insostituibile compagno di vacanza. Chi meglio dei gatti, infatti, riesce a scaldarti corpo e cuore quando è il momento di andare a dormire? Con il non trascurabile particolare che - a prescindere dalla temperatura esterna - avere il tuo micio vicino e sentire il suo placido ronfare mentre Morfeo ti accoglie tra le sue braccia è sempre e comunque il modo migliore per addormentarsi.

Da non dimenticare

Se, da un lato, un altro buon motivo per portare il tuo gatto in vacanza è che in questo modo al ritorno dalle ferie non dovrai farti perdonare per averlo lasciato a casa, dall’altro è molto importante che tu tenga a mente alcune semplici regole per far sì che questo momento dell’anno sia effettivamente piacevole anche per lui. Una visita preliminare dal veterinario è consigliabile, per esempio, per verificare che micio stia bene e sia pronto per viaggiare; ricordati poi di mettere in valigia il suo libretto sanitario assieme ai suoi giochi, le sue ciotole e la sua cuccia (che sia una copertina, un cuscino o qualsiasi cosa che lui riconosca come tale). Non dimenticare infine la sua lettiera e ovviamente assicurati di portare con te una buona scorta del suo cibo preferito.

Indietro
Purina TI RISPONDE