Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
I gatti famosi dei cartoni animati più amati dai bambini

GATTI FAMOSI DEI CARTONI ANIMATI, ECCO I PIÙ AMATI

Emma Gipi

Quanti gatti popolano i programmi televisivi e i film per bambini? Sono tantissimi! Cattivi e perfidi, simpatici e bonaccioni, furbi e scaltri, affamati o pigramente sonnecchianti... Molte generazioni sono cresciute avendo a che fare, dai cartoni degli anni Settanta (ma anche prima!) in poi, con qualche personaggio che faceva le fusa in modo più o meno irriverente. Alcuni sono divenuti vere star internazionali, altri sono noti solo a livello locale. E voi, li conoscete tutti?

Gatti famosi: i grandi classici

Si comincia con quei gatti che hanno fatto sognare generazioni: sono quelli dei grandi classici, della letteratura, divenuti cartoni animati amati da papà, nonni e bambini. C'è Stregatto di Alice nel Paese delle Meraviglie, creatura misteriosa, dal corpo rotondo e paffuto, che mostra un sorriso dentato emblematico. O ancora, Lucifero, il gattone cattivo della matrigna di Cenerentola che corre dietro ai topolini, e i due gatti più noti della fiaba di Pinocchio e della sua trasposizione Disney: Figaro, il dolce gattino che vive in casa con Geppetto, ma anche lo scaltro gatto che affianca la volpe assetato di denaro e fortuna. E ancora dai grandi classici arriva il Gatto con gli stivali, noto ai più piccoli per la sua trasposizione fantasiosa, vestito da Zorro e dall'accento spagnolo, nel film-cartone Shrek.

Dai cartoni ai film e viceversa

Vi sono poi quei gatti così amati da essere diventati cartone animato, film di animazione, e poi ancora cartone, ormai a disposizione in versioni di ogni tipo. Ci sono il golosissimo e pigro Garfield con la sua vita da americano medio, o ancora dal Giappone il robot-gatto Doraemon dai poteri magici con il suo amico umano pasticcione Nobita. E poi due classici della filmografia Disney: Gli Aristogatti e la loro avventura ricca di personaggi felini di ogni sorta, dai più nobili ai gatti di strada, e ancora Sergente Tibbs, il micione che guida le operazioni per ritrovare i 99 cuccioli di dalmata in La carica dei 101.

Gatti del passato e dei fumetti

Pietro Gambadilegno è il criminale della serie di Topolino e dal 1925 fa capolino su carta e schermo nelle sue avventure. Degli stessi anni sono anche due gatti in bianco e nero che nascono ancora nel periodo del muto al cinema, ovvero Krazy Kat, impegnato a lottare con il suo eterno rivale Topo Ignazio, e Felix the Cat, che era la vera star dell'animazione prima dell'arrivo di Topolino. Nascono invece negli anni Quaranta altri due personaggi animati, sempre parti di una coppia di antagonisti: da un lato il gattone Tom impegnato a catturare in eterno il topolino Jerry, ideati da Hanna & Barbera, e dall'altro Silvestro, il gatto affamato di canarini, e in particolare del povero Titti, star della serie Looney Tunes della Warner Bros.

Le star dei cartoni animati

C'è Luna, gattina che non si separa mai da Sailor Moon, e anche Giuliano, il gattone pigro e cicciottello che vive con Andrea in Kiss me Licia. E ancora Meowthgatto Pokemon della prima generazione, fino a uno dei più noti: Birba, che accompagna Gargamella fiutando la presenza dei Puffi, e spesso dimostra di essere molto più intelligente del suo padrone. Per finire con due gatti americani, che fanno ridere insieme molte generazioni davanti alla tv: sono Palla di neve, il gatto di famiglia dei Simpson (morirà più volte, se ne contano infatti almeno 5 con lo stesso nome nella serie), e il gatto dei cartoni visti da Bart e Lisa, ovvero Grattachecca, che insieme a Fichetto vive avventure molto splatter, e fa morir dal ridere i piccoli Simpson.

Indietro
Purina TI RISPONDE