Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Master's cat, il gatto (femmina) del grande scrittore inglese Charles Dickens

IL GATTO DI CHARLES DICKENS

Roberto Allegri

Si è da poco festeggiato i duecento anni dalla nascita del grande scrittore inglese Charles Dickens, autore di pagine immortali come quelle di “Le avventure di Oliver Twist”, “David Copperfield” e “Canto di Natale”.

Non tutti sanno che Dickens era anche un tenero “gattofilo”, che aveva battezzato il suo gatto William, in onore di Shakespeare, e che solo quando il micio diede alla luce una cucciolata di gattini, si accorse che si trattava di una femmina. La chiamò allora Wilhelmina.

Nel libro “The Master’s cat”, di Eleanor Poe Barlow, si racconta che uno dei micetti nati in casa Dickens divenne il preferito dello scrittore. Tutto lo chiamavano “Master’s cat” cioè “Gatto del Padrone” e fu il compagno inseparabile di Dickens nel suo ultimo anno di vita. Purtroppo, era un micio dispettoso e aveva l’abitudine di saltare sulla scrivania del padrone e spegnere con la zampa la candela che usava per leggere. Così, Dickens era costretto a chiuderlo fuori dallo studio quando doveva lavorare.

Indietro
Purina TI RISPONDE