Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Sifigatto, il super gatto del film "Ti presento i miei"

SFIGATTO, IL SUPER GATTO DI “TI PRESENTO I MIEI”

Emma Gipi

Segni particolari? Bellissimo. Occhi di ghiaccio, pelo lungo e lucido, tanto intelligente e ben ammaestrato da essere abituato ad andare alla toilette e tirare l’acqua proprio come un umano, in grado di saltare sul braccio del proprietario a comando, capace di fare “ciao!” con la zampina alzata. Chi è? Ma Sfigatto naturalmente, alias mr Jinks (questo il suo nome originale), il viziatissimo micio di papà Jack (Robert De Niro) nella commedia blockbuster “Ti presento i miei” dell’anno 2000. Un membro della famiglia a tutti gli effetti: per il suo padrone, il quasi suocero di Ben Stiller, è perfino il metro di giudizio sulla fiducia da concedere agli estranei che incontra sulla sua strada - chi non ama Sfigatto infatti non è quasi considerato!

Come altri gatti e animali famosi del mondo del cinema, le sue avventure sono rocambolesche. Questo gatto di razza himalayana infatti è il protagonista di una sparizione dai toni comici davvero sopra le righe e dalle risate assicurate: a perderlo di vista è, nemmeno a dirlo, il genero Ben Stiller, a cui era stato affidato in custodia dal quasi suocero. Disperato poiché non riesce a ritrovarlo, pensa bene di sostituirlo con un gatto “normale” ma simile. E per far sì che i due gatti si eguaglino, almeno quanto a caratteristiche fisiche, il finto Sfigatto subirà anche la colorazione della punta della sua coda con una vernice spray.

Anche Sfigatto, come i grandi attori del film, ha avuto delle controfigure: nella realtà questo meraviglioso esemplare di himalayano si chiama Mishka, e ha spartito le riprese con altri due gatti della stessa razza. Il suo nome nella sceneggiatura originale, Mister Jinks, è un omaggio a un fumetto di Hanna & Barbera degli anni Sessanta, dove proprio Jinks era il cattivo cacciatore di due topi in fuga, Pixie e Dixie.

Indietro
Purina TI RISPONDE