Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
La storia degli amici felini del grande scrittore Ernest Hemingway

GLI AMICI DEL GRANDE SCRITTORE

Roberto Allegri

Uno degli scrittori famosi passati alla storia anche per la grande passione per i gatti è stato Ernest Hemingway. L’autore americano, vincitore del Nobel per la letteratura nel 1954, era capace di infinite tenerezze ogni volta che si trovava insieme ad un micio. Scrisse che “i gatti dimostrano di avere assoluta onestà emotiva”.

I biografi Norberto Fuentes, autore di “Hemingway a Cuba”, e Aaron Edward Hotchner, autore di “Papa Hemingway”, raccontano che lo scrittore viveva con 57 gatti e che per loro aveva fatto costruire, nella sua villa di Cuba, una torre: al piano superiore uno studio per sé, a quello inferiore, le cucce per gli amati animali.

Quando era in giro per il mondo, l’autore de “Il vecchio e il mare” telefonava spesso a casa per avere notizie dei suoi piccoli amici e quando, nel 1942, la Marina degli Stati Uniti gli affidò il compito di pattugliare le coste di Cuba con il suo yacht, Hemingway battezzò l’operazione “Friendless”, dal nome di uno dei gatti preferiti.

Indietro
Purina TI RISPONDE